Incidente sul Garda, uno dei due tedeschi negativo all'alcoltest

Cornelia Mascio
Giugno 23, 2021

Si indaga sulla dinamica dello scontro.

Uno è risultato negativo all'alcoltest mentre per il secondo è impossibile da stabilire se avesse bevuto perchè si è rifiutato di sottoporsi alla prova che non è obbligatoria in caso di incidenti nautici.

Le ricerche dei due erano cominciate nelle prime ore della mattina di ieri, domenica 20 giugno, con l'impiego dei Vigili del Fuoco di Salò e di un nucleo sommozzatori proveniente da Milano. A loro si erano uniti un elicottero, la Guardia Costiera e i Carabinieri della Compagnia di Salò, coadiuvati da una squadra della scientifica e dai colleghi del nucleo investigativo.

Sulla dinamica dell'incidente sono in corso rilievi ed accertamenti da parte delle autorità. Solo nel pomeriggio, purtroppo, è stato trovato il corpo di una 25enne, Greta Nedrotti: aveva le gambe parzialmente amputate per la violenza dell'impatto.

"Indagati a piede libero" - Gli inquirenti confermano che i due sono "indagati a piede libero" e la loro "posizione resta sotto inchiesta".

Sono già tornati a casa in Germania, a disposizione, ma pur sempre a casa, i due turisti tedeschi, da tempo affezionati al Lago di Garda, che intorno alle 23 di sabato, dopo aver assistito al passaggio delle Mille Miglia e cenato in un ristorante sulla sponda veronese, rientravano al cantiere nautico di Salò a bordo di un potente motoscafo. Sentiti dagli inquirenti, gli indagati avrebbero detto di non essersi accorti di niente per via del buio: quel che è certo è che dalle prime ricostruzioni, il motoscafo "Riva" - pare di loro proprietà - sarebbe letteralmente planato sopra l'imbarcazione in legno, causando la morte delle due persone a bordo. Appresa la notizia delle due morti sono rimasti pietrificati.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE