Draghi "Riaperture graduali, per i matrimoni chiedo pazienza"

Brunilde Fioravanti
Mag 13, 2021

Il governo resta comunque vicino agli operatori del settore.

Con una laconica risposta all'interrogazione presentata dal deputato Colletti e dal gruppo "L'alternativa c'è", il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha confermato che non ci saranno scossoni all'interno del Governo in seguito all'inchiesta di Fanpage.it sul sottosegretario all'Economia Claudio Durigon.

Sulle riaperture, il presidente del Consiglio ha affermato: "Capisco la preoccupazione di chi si accinge a sposarsi. Serve un un approccio graduale a seconda dell'andamento epidemiologico". "Ulteriori misure d'indennizzo sono previste nel nuovo decreto sostegni della settimana prossima". Il primo punto è "il rapido completamento della campagna vaccinale. Tra fine giugno e inizio luglio - ha detto Draghi - avremo vaccinato con almeno una dose tutti i fragili e gli over 60". Oltre a citare il wedding, si è parlato anche di altri settori, a partire dal turismo, con la volontà e l'impegno a far decollare la stagione estiva alle porte. L'intenzione di Draghi è quella di favorire gli ingressi senza quarantena dagli Stati del G7, con particolare riferimento a Stati Uniti, Giappone e Canada, in presenza di una certificazione vaccinale.

E proprio in tema di vaccini e brevetti, "prima di arrivare alla liberalizzazione è necessario fare dei passi anche più semplici: prima di tutto, rimuovere il sostanziale blocco alle esportazioni, che Paesi come gli Stati Uniti e il Regno Unito continuano a mantenere". Il premier ha poi spiegato come non sia garantito anche il rispetto degli standard di sicurezza necessari per la produzione dei vaccini. "Le chiediamo quindi di darci una data in ordine alle aperture - ha chiesto il deputato a draghi -". Tuttavia - ha avvertito - tutto questo è ancora insufficiente. Va benissimo che un esponente delle istituzioni dica di poter controllare un generale della Finanza e non ha importanza il fatto che si tratti di un esponente di primo piano di quel partito che ha contribuito a determinare la nomina dello stesso generale.

Draghi ha voluto inviare un messaggio alle tante coppie che stanno programmando i loro matrimoni. Applicare regole bancarie severe nel contesto di un'uscita da una pandemia può essere rischioso, cosa di cui il governo, spiega Draghi, è consapevole: "continueremo a vigilare per evitare questo pericolo e permettere alle banche di continuare a finanziare adeguatamente le imprese e i loro investimenti". Poi, ha annunciato che "il governo ha immediatamente disposto la convocazione della cabina di regia e un coordinamento nazionale delle attività di vigilanza della sicurezza nei luoghi di lavoro". "In quella sede intendiamo valutare gli interventi per il rafforzamento delle attività ispettive che vogliamo adottare subito, con i prossimi provvedimenti legislativi". È prevista una strategia d'azione nazionale per rafforzare l'Ispettorato nazionale del lavoro, quale agenzia nazionale per la vigilanza sul lavoro, e incrementare strutturalmente i controlli.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE