Coprifuoco, possibile slittamento alle 23: il governo studia nuove aperture

Cornelia Mascio
Mag 13, 2021

I contagi da covid in Italia sembra stiano diminuendo e questo soprattutto grazie alla campagna vaccinale che prosegue a ritmi serrati.

Una decisione era attesa in settimana, ma la Cabina di regia è stata rimandata a lunedì 17 maggio, quando saranno attivi i nuovi colori delle regioni sulla base dei dati del monitoraggio Iss di venerdì. Scopriamo le ultime novità. Da metà giugno, dovrebbe scattare analoga misura per chi arriva da destinazione extra UE. Sta stretto ai ristoratori e ai clienti, non piace alla gente che fugge come Cenerentola alle 21.30 e sta diventando una lotta tra le diverse fazioni parlamentari, all'interno e all'esterno della maggioranza. I temi delle interrogazioni dei parlamentari sono la ripartenza del wedding, l'industria delle nozze, e il turismo, ma Draghi li adopera per illustrare l'intera strategia delle riaperture. Sono indiscrezioni che circolano in vista della cabina di regia del Governo sulle prossime riaperture in programma questa settimana. Al momento, comunque, i dati confortano: la curva di contagi è la più bassa dall'8 ottobre e le occupazioni negli ospedali vanno svuotandosi. Lega e Fi chiederanno di convocare una cabina di regia per questa settimana, senza ulteriori rinvii. "Succederà quando avremo almeno 30 milioni italiani ricevuto prima dose. lo mi aspetto che spossa succedere a metà giugno".

Dal 15 maggio è prevista anche l'abolizione della quarantena per chi torna in Italia dopo le vacanze grazie all'arrivo del Pass Verde italiano che permetterà di spostarsi tra regioni arancioni e rosse dimostrando di essere vaccinati, guariti dal covid o con tampone negativo.

Stando al decreto, le piscine all'aperto ripartiranno il 15 maggio, mentre le palestre dal prossimo 1 giugno. Ovviamente, tutto è condizionato da un'attenta analisi dei dati epidemiologici dal 26 aprile. In quella sede i ministri daranno il via libera a un nuovo decreto con le riaperture anticipate, che potrebbe entrare in vigore lunedì 24 maggio. "Con prudenza, senza sbandamenti né colpi di testa, dobbiamo continuare il percorso delle riaperture", è il ragionamento che il ministro della Salute ha condiviso con gli esperti.

"Il governo - spiega Mariastella Gelmini - ha scelto di procedere verso riaperture graduali, progressive e in sicurezza, ma non possiamo abbandonare tutte le precauzioni, le mascherine serviranno ancora".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE