Non ci sono (ancora) i vaccini antinfluenzali in Sardegna: "Attesi per ottobre"

Modesto Morganelli
Settembre 24, 2020

L'obiettivo della campagna antinfluenzale in Emilia-Romagna è "ridurre le complicazioni e semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti", in un anno che "si preannuncia complesso- sottolinea la Regione- poiché la stagione influenzale vedrà, molto probabilmente, una co-circolazione di virus influenzali e Sars-CoV-2".

La campagna di comunicazione regionale prenderà il via a inizio ottobre. Ecco, in sintesi, i contenuti.

Come espresso nella circolare del Ministero della Salute, quest'anno le categorie di cittadini che potranno accedere gratuitamente al vaccino è stata estesa, comprendendo anche i cittadini over 60 (non più over 65). Ma anche a "intraprendere tutte le iniziative di competenza necessarie affinché sia effettivamente garantito in ogni regione italiana, attraverso l'intesa in Conferenza Stato-regioni, il possibile raggiungimento in concreto degli obbiettivi di copertura vaccinale antinfluenzale indicati dall'Oms e dal piano nazionale vaccinale 2017-2019 pari al 75% come obbiettivo minimo perseguibile e il 95% come copertura ottimale nell'ambito di ogni singola categoria a rischio". "Speriamo che al momento opportuno siano disponibili tutte le dosi richieste". 36mila dosi saranno invece a disposizione dei privati. La mozione presentata a prima firma dalla deputata del Pd Elena Carnevali vuole, inoltre, che per l'anno in corso sia possibile estendere la gratuità della profilassi con l'inserimento nei Livelli essenziali di assistenza. I sindacati di categoria stanno trattando con le Usl la tariffa per svolgere tale mansione, che varia tra i 7 e i 10 euro a bambino. "Quello che non capiscono è che questi atteggiamenti vanno a creare disagio tra le persone perché poi gli altri pazienti della farmacia si risentono" ha concluso Cicconetti. Un errore è stato non eseguire da subito tamponi mirati a chi era più esposto al rischio di contagio e quindi di trasmissione, a partire dal personale sanitario.

"Consiglio di fare anche altri tipi di vaccinazioni in base alle fasce d'età". Nelle ultime 3 campagne antinfluenzali si è registrato un deciso aumento delle vaccinazioni somministrate a donne in gravidanza: da poche centinaia nella campagna 2017-2018 a 3.655 nella campagna 2019-2020.

La stagione scorsa, considerata di media intensità, furono quasi 843.500 le persone vaccinate e 580.000 i malati, con 44 casi gravi (25 in persone con meno di 65 anni, di cui 19 non vaccinati, e 19 in anziani, di cui 13 non coperti dal siero) e sette decessi.

Il gruppo parlamentare del Partito Democratico all'Assemblea Regionale Siciliana ha presentato un'interpellanza, rivolta in particolare all'assessore alla Salute Razza, per chiedere di sapere quali iniziative sono state messe in campo per garantire un'adeguata campagna di vaccinazione antinfluenzale per il 2020-2021.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE