Mediaset: Vivendi esclusa da voto. I francesi: è illegale

Cornelia Mascio
Aprile 20, 2019

All'andamento degli affari ha guardato invece l'ad Pier Silvio Berlusconi: "L'inizio di stagione è stato faticoso, ma ora le cose sono sotto controllo e siamo sopra gli obiettivi", ha spiegato.

"Stiamo lavorando con impegno per trovare una quadra industriale". Di certo Vivendi "non avrebbe nessun ruolo, non sarebbe parte attiva, forse è un loro sogno...". "Da qui il discorso della ricerca di alleanze internazionali per raggiungere una massa critica sufficiente per poter essere competitivi con l'obiettivo di fare di Mediaset il primo network a livello europeo è un progetto nel quale crediamo e che speriamo possa andare in porto".

Dall'assemblea è stata esclusa Vivendi: in un comunicato precedente l'Assemblea, Mediaset ha infatti dichiarato di non ritenere il gruppo francese e il suo fiduciario Simon legittimati "all'esercizio dei diritti amministrativi (ivi incluso il diritto di voto) inerenti alle azioni Mediaset dagli stessi detenuti".

Come lo scorso anno, il cda di Mediaset ha deciso di lasciar fuori dalla sala assembleare Simon Fiduciaria, mentre, "pur ricorrendo i presupposti", ha garantito a Vivendi l'accesso ai lavori, "tenuto conto dell'interesse della società alla stabilità alla stabilità delle delibere assembleari e dell'esistenza di pronunce giudiziali solamente nei confronti di Simon". Subito è arrivata la condanna di Vivendi: "Va contro i principi fondamentali della democrazia degli azionisti". "Date le circostanze - conclude - Vivendi non è nella posizione di partecipare all'assemblea e si riserva il diritto di contestare in tribunale la validità delle delibere adottate in data odierna".

Il numero uno di Fininvest ha poi commentato la vicenda Vivendi: "Nessuno ha voglia di passare il resto della vita in Tribunale, ma abbiamo avuto la possibilità di toccare con mano quella che è l'affidabilità di Bolloré e dei sui collaboratori: è il classico vicino di casa che nessuno di noi vorrebbe avere. E' un mercato tosto tosto, facciamo del nostro meglio". Al momento della scrittura il titolo Mediaset si muove in rialzo del +3,3% e tenta di smarcarsi definitivamente dalla quota psicologica a 2,80 euro.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE