Non riciclo' i soldi di Cosa Nostra, archiviato Bulgarella

Remigio Civitarese
Aprile 28, 2018

L'inchiesta per riciclaggio e mafia a carico dell'imprenditore Andrea Bulgarella è stata archiviata. Quest'ultimo commenta a caldo: "Ho rischiato di vedere distrutta la mia vita imprenditoriale, ma sono riuscito a resistere". Tutto era iniziato nell'ottobre 2015 quando Bulgarella, originario di Valderice ma da tempo trapiantato in Toscana, era stato raggiunto da un provvedimento di sequestro di alcuni documenti.

L'archiviazione parziale chiesta dalla Dda di Firenze cancella anche parte delle accuse rivolte a Fabrizio Palenzona, co-indagato come vicepresidente di Unicredit insieme a dirigenti della stessa banca e presunti intermediari. Secondo la nota, infine, l'indagine "nasce da elementi poco consistenti, se non irrilevanti, da ricostruzioni inesatte, da sospetti e calunnie di noti imprenditori mafiosi (oggi diventati falsi "collaboratori di giustizia"), che però ha creato un grave danno di immagine a tutta l'attività del gruppo, dato che l'inchiesta ha avuto una grande eco sui giornali e le tv".

Dunque, adesso, conclude la Procura antimafia: l'attività di Bulgarella è lecita ed estranea ad ogni riferimento a contesti criminali.

"Sul punto specifico - afferma il difensore di Bulgarella, Nino Caleca, che si è avvalso della collaborazione di Vincenzo Maria Giacona - il provvedimento del gip è nettissimo, poiché si legge che 'non ci sono prove che attestino flussi di denaro o altre utilità di provenienza illecita reimmesse in attività economiche del Bulgarella' ".

Lo rivela il Gruppo Bulgarella in una nota, spiegando anche che restano in piedi "contestazioni minori, sui rapporti con alcuni istituti di credito, sulle quali dovrà pronunciarsi la procura della Repubblica ordinaria competente per territorio".

"Non possiamo esprimere la medesima soddisfazione per i tempi e le contraddizioni con cui essa si è realizzata, visto che la sola ipotesi che persone tanto distanti dalla mafia potessero a essa essere vicine ha procurato incalcolabili danni reputazionali ed economici, che solo gli specchiati comportamenti di queste persone possono contribuire a lenire, ma non a cancellare". Il mio pensiero va a tutti gli imprenditori siciliani, onesti e corretti come me, schiacciati da accuse false, da abili manipolatori, da inchieste montate ad arte.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE