Crotone - La Procura sequestra cantiere villaggio turistico - Indagati amministratori pubblici

Aristofane Mori
Febbraio 16, 2017

Cosi' il procuratore della Repubblica presso di Crotone, Giuseppe Capoccia (foto dal sito La Provincia Crotonese), ha motivato il sequestro dell'insediamento turistico denominato "Marine Park Village", in fase di realizzazione a Punta Scifo, sul promontorio di Capocolonna.

Sequestrato il "Marine Park Village" di Crotone. Ieri, finalmente, è intervenuta la Procura.

Sigilli al cantiere del costruendo villaggio turistico "Marine Park Village" di Punta Scifo, in provincia di Crotone, in un'area soggetta a triplice vincolo paesaggistico e a vincolo archeologico. "Non solo il Comune di Crotone non avrebbe mai potuto rilasciare il permesso di costruire, ma ha perseverato negli abusi, omettendo di annullarlo dopo avere scoperto che i fratelli Scalise non erano imprenditori agricoli professionali (il provvisorio certificato era stato revocato) e non erano nemmeno proprietari del terreno, ma agivano con un falso contratto col proprietario, gia' morto all'epoca della domanda".

L'associazione ecologista Gruppo d'Intervento Giuridico onlus ha, quindi "chiesto alle varie Amministrazioni pubbliche coinvolte (Ministero dell'Ambiente, Ministero per i Beni e Attività Culturali, Regione Calabria, Comune di Crotone) l'adozione degli opportuni provvedimenti di sospensione dei lavori e di annullamento in via di autotutela delle autorizzazioni emanate". Giovedì scorso ho visitato l'area archeologica e denunciato una situazione che la politica avrebbe dovuto affrontare in modo molto diverso.

Dove non è arrivata la politica ora è arrivata la magistratura.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE